Monza, Petagna: “Aún no has visto mi mejor versión”

MONZA PETAGNA- Semplice rifinitura del Monza stamane, in partenza verso Roma, stasera i Brianzoli giocheranno in casa dei Giallorossi per la quarta giornata di Serie A.

Monza, Petagna: “Non  avete visto ancora la mia miglior versione”

Il nuovo attaccante del Monza, Andrea Petagna, è stato intervistato ai microfoni ufficiali della Gazzetta dello Sport. L’Italiano, ha parlato di tanti argomenti e dei buoni auspici in termini realizzativi per questa stagione. Ecco di seguito, le parole dell’ex Spal:

Sulle prime difficoltà con il Monza:

Fin dall’inizio di questa avventura sapevamo che non sarebbe stato tutto facile perché la squadra e diversi giocatori sono alla prima esperienza in Serie A. Secondo me abbiamo avuto l’approccio giusto alla categoria, ma ci è mancato qualcosina. Non bisogna farsi prendere dal panico perché il campionato è lungo e noi lo abbiamo iniziato con due avversarie difficili come Napoli e Torino. Le sconfitte fanno male, ma ci devono aiutare a crescere. Gasperini mi diceva sempre: “Noi non perdiamo mai: o vinciamo o impariamo”. Ha ragione! Bisogna continuare ad allenarci forte e tenere a mente l’obiettivo”.

Sull’esperienza al Napoli:

A Napoli ho vissuto due anni incredibili e stavo bene. Se non mi avessero cercato Berlusconi e Galliani, sarei rimasto perché De Laurentiis, Giuntoli e Spalletti volevano che restassi. Quando ti chiamano Berlusconi e Galliani, non si può dire di no”.

Sulla condizione fisica:

La prima parte del ritiro con il Napoli è andata molto bene, la seconda un po’ meno perché avevo nella testa… il Monza e questa scelta mi ha condizionato. Con il mio fisico, due anni nei quali non ho avuto continuità di impiego mi hanno fatto perdere il ritmo gara e in questi primi match da titolare con la mia nuova squadra non sono stato al top. Purtroppo ho bisogno di qualche altro allenamento e di qualche altra partita… Uno con la mia stazza necessita di più tempo per entrare in forma, ma questo lo sapevo e non mi scoraggio. Lavoro per essere al meglio il più in fretta possibile. Sono venuto al Monza per rimettermi in gioco e, a 27 anni, per scendere in campo con più continuità rispetto a quello che succedeva al Napoli. Sono felice della mia scelta”.

Sobre metas personales:

Non dico un numero di gol perché conta più il risultato della squadra. Nel 2017-18 con l’Atalanta ho fatto 4 reti e siamo arrivati quarti. Pensate che non fossi contento? Pur di salvarmi con il Monza, sarei felice anche se segnassi una sola volta. 16 gol alla Spal? Credo che il miglior Petagna non si sia mai visto. Spero di farlo vedere al Monza”.

 

Fortunato Condinno

Lea también

What do you think?

Monza, TMW: “El interés de Brianzoli en Nandez”

Sampdoria, TMW: “Doble gol para el ataque de Liguria”